Marco Balich progetterà il Padiglione Italia di Expo 2015

Sarà Marco Balich a sviluppare il concept del Padiglione Italia che dovrà declinare l’ambizioso obiettivo di Expo 2015Nutrire il Pianeta, Energia per la vita” per dare vita a un percorso emozionale nellItalia delle eccellenze.

Al servizio del Paese

Sono lieto – ha detto Marco Balich – che le idee che ho offerto al mio Paese siano state accettate e che presto diventeranno lo spunto per il lavoro degli architetti per la realizzazione del Padiglione Italia”. “Ringrazio – ha continuato – il Commissario Diana Bracco e l’Expo 2015 per la fiducia riposta in me”. “Sono convinto – ha aggiunto – che l’Expo di Milano rappresenterà su scala internazionale un forte segnale di cambiamento. Il Padiglione Italia sarà una finestra espositiva unica del nostro Paese in questa straordinaria occasione di sviluppo e dialogo con il resto del mondo”.  
“Abbiamo deciso di lanciare entro novembre una Gara europea per la progettazione preliminare, definitiva ed esecutiva del Padiglione Italia che si svilupperà lungo il Cardo”, afferma Diana Bracco, Commissario Generale di Sezione per il Padiglione Italia e Presidente di Expo 2015 S.p.A., “e per questo abbiamo organizzato un evento pubblico per raccontare all’intero Paese il concept che sarà alla base di questa prima importantissima gara. Il nostro compito è proporre contenuti di alta qualità che sappiano comunicare ed emozionare”.

L’appuntamento con le istituzioni

L’incontro si terrà martedì 20 novembre alle 17 al Palazzo della Triennale di Milano nel corso del Workshop “Disegnare l’Italia” alla presenza delle istituzioni. Ovvero Roberto Formigoni, Commissario Generale per Expo Milano 2015, Giuliano Pisapia, Commissario Straordinario per Expo Milano 2015. Con loro Paolo Peluffo, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e Claudio De Albertis, Presidente della Triennale. Nonchè Giuseppe Sala, Amministratore Delegato di Expo 2015 S.p.A., Diana Bracco e Marco Balich.  
Marco Balich

Chi è Marco Balich

Il creativo italiano è una delle figure più importanti a livello mondiale nella realizzazione di grandi eventi e cerimonie olimpiche (Master of Cerimonies).

Sue le Olimpiadi di Rio

A fine 2011 ha vinto la gara internazionale per la produzione esecutiva delle cerimonie dei Giochi di Rio 2016. Ma il suo percorso olimpico è iniziato nel 2002 come Project Leader del Flag Handover della cerimonia di chiusura di Salt Lake City.
 
Per il Commissario il Padiglione Italia dovrà essere un vero e proprio luogo-icona in grado di offrire a tutti i visitatori provenienti da ogni parte del mondo l’emozione di un viaggio dentro l’Italia migliore. Il nostro Paese ha caratteristiche uniche e queste devono poter emergere in tutta la loro forza: unica è la natura del suo paesaggio, la bellezza del suo territorio, la sua storia, il suo patrimonio artistico e la ricchezza dell’immenso tesoro enogastronomico fatto di tante tradizioni locali che insieme creano il “made in Italy” di qualità, quello stile di vita apprezzato in tutto il mondo.
“Vogliamo che il nostro Padiglione, che si svilupperà su tutto il Cardo”,  ha concluso Bracco, “sia al tempo stesso una vetrina del Sistema Italia e un ponte tra le eccellenze italiane e quelle del resto del mondo. I grandi eventi curati da Marco Balich in tanti anni in Italia e all’estero hanno sempre avuto la caratteristica di coniugare valori e contenuti alti con emozioni coinvolgenti per tutti. Per questo e per la sua grande capacità comunicativa credo che sia la persona giusta”.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.