Furti in cascine: razzia di carne e formaggi a Gorgonzola. Nel 2012 bottino da mezzo milione fra Milano Lodi e Monza

furti cascine
E ora anche le cascine finiscono nel mirino dei furti. Non bastavano i topi d’appartamento, adesso la nuova generazione di Lupin III mette gli occhi sulle fattorie e gli animali d’allevamento.

Valore elevato

Nel 2012 fra le province di Milano Lodi e Monza rubati macchinari, carburante e prodotti per un valore di circa mezzo milione di euro. 

La mappa 

Furti in un‘azienda agricola al confine di Carugate e nello spaccio di un allevamento di capre a Gorgonzola, dove sono stati razziati 9 quintali di formaggi (fra erborinato e granone), una decina di capi già macellati e tre bilance elettroniche, il tutto per un valore al dettaglio di oltre 20.000 euro.

Il furto

I ladri sono arrivati verso le 14, quando lo spaccio ha chiuso per mezz’ora di pausa. Dopo hanno scardinato la porta di ingresso, accostato in retro un furgone grigio e iniziato a caricare i formaggi e la carne. Uno dei banditi, con il volto coperto da una sciarpa o da un passamontagna era fuori a fare il ‘palo’. Per dare l’allarme in caso di problemi. Mentre dentro, almeno 3 persone, prendevano i prodotti e li portavano sul camioncino. Verso le 14.30 il gestore del negozio ha dato un’occhiata al cortile e ha visto la scena: i ladri a quel punto hanno messo in moto e sono scappati.
 
furti cascineIn genere – dice la Coldiretti di Milano Lodi e Monza Brianza – a finire nel mirino dei malviventi che mettono in atto furti nelle cascine sono soprattutto carburante e mezzi agricoli. Dalle piccole motozappe e tosaerba alle macchine movimento terra. Le segnalazioni si concentrano nella fascia territoriale a nord della città di Milano, da ovest a est della Lombardia. Da Castano Primo, Cuggiono e Turbigo (al confine con il Piemonte) fino alla zona della Martesana. Passando da Rho, Magenta, Cesano Maderno e Villasanta. 
 
Le cascine isolate sono le più esposte, anche se non esiste una regola – commenta la Coldiretti – i controlli delle forze dell’ordine sono fondamentali per arginare il fenomeno ed è auspicabile che vengano intensificati per scoraggiare i malviventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.