Al Circolo della Stampa tavola rotonda di QN-Il Giorno su Expo 2015

Milano vetrina del Mondo con l’Expo 2015 : ripartire dall’internazionalizzazione’ è il titolo della tavola rotonda che si terrà domani, mercoledì 13 marzo, a Milano. 
 
milano vetrina expo

Approfondimento

Il momento di approfondimento, ideato e realizzato da QN Quotidiano Nazionale il Giorno-il Resto del Carlino-La Nazione in partnership con la Banca popolare dell’Emilia-Romagna, rientra nell’ambito delle Tavole Rotonde dedicate all’economia reale, ospitate in sei capitali del fare del nostro Paese.
 

Al Circolo dello Stampa

I lavori sul tema della Milano in vetrina con Expo, si svolgeranno presso il Circolo della Stampa Sala Montanelli in Corso Venezia, 48 con inizio a partire dalle 10.30.
Dopo i saluti di Giovanni Morandi, Direttore responsabile QN Quotidiano Nazionale e il Resto del Carlino, sono previsti gli interventi di Roberto Formigoni, Commissario Generale Expo, Roberto Arditti, Direttore Relazioni Esterne EXPO 2015, Andrea Babbi, Direttore generale Enit. Quindi interverranno Ambrogio Caccia Dominioni, presidente e Amministratore delegato Tesmec spa, Olivo Foglieni, presidente Stemin spa, Michele Perini,
Presidente Fiera Milano spa. Voce poi a Veronica Squinzi, Global Development Director Mapei Spa, Corrado Savigni, Direttore divisione Corporate del Gruppo BPER, Donald J. Wich Messe Frankfurt – AD e Deputy Director German Pavilion EXPO 2015 . Le conclusioni saranno tratte da Giancarlo Mazzuca, Direttore de IL GIORNO.
 

Fitto caledario di approfondimenti

Quello di Milano è il terzultimo di un fitto calendario di eventi partito nell’ottobre del 2012 a Reggio Emilia con l’incontro dedicato a Saper fare e innovare: nuovi modelli di sviluppo’. quindi si è proseguito a novembre con Modena ‘Banca, impresa, famiglia: le sfide per ripartire’. E con quello di Bologna ‘La cultura dell’efficienza,un volano per lo sviluppo’ dello scorso febbraio. Seguiranno Firenze (27 marzo) ‘L’arte del vivere’. Per ultimo, Cesena (8 maggio) con un incontro dedicato a ‘Turismo e benessere’.

La contabilità della crisi

“In questi mesi la cronaca finanziaria, quella politica ed economica – spiega Giovanni Morandi – hanno registrato la contabilità della crisi, ma è sembrato giusto guardare oltre, appunto perché ci sono ancora i presupposti einaudiani in questo Paese”.
 

Un quotidiano radicato

Un grande quotidiano come il nostro – continua il Direttore di QN – radicato nelle aree a maggiore tasso d’imprenditoria d’Italia dà voce a comunità dinamiche e operose. Dove dalla manifattura all’economia dell’immateriale passando per l’agricoltura e il turismo si produce gran parte del Pil nazionale. Sicuramente una quota rilevantissima della qualità italiana intesa anche come qualità della vita. Non potevamo esimerci dal compito di indagare le ragioni della crisi. Ma soprattutto di individuare i presupposti della crescita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.