Raccolta differenziata dell’umido anche a Milano per 168.000 famiglie

raccolta differenziata umidoRaccolta differenziata dell’umido anche a Milano. Partirà il 26 novembre dalla zona Sud-Ovest (l’intera zona 6 e parte delle zone 1, 5 e 7) con circa 168.000 famiglie la raccolta differenziata del rifiuto umido a Milano.
 

 

Partenza rallentata dalle dimensioni

Benchè in vigore da anni in molti Comuni italiani, nel capoluogo lombardo, come in altre grandi metropoli, l’avviamento delle procedure è stato difficoltoso e lento. Soprattutto per le dimensioni del servizio.

Gli altri quadranti

Gli altri tre quadranti della città partiranno scaglionati. Fino ad arrivare a regime con il nuovo servizio nel 2014. Secondo le stime di Amsa, si potranno recuperare circa 41 kg di rifiuto organico pro capite all’anno. Che potranno essere trasformati in fertilizzante naturale e biogas.
 

Distribuzione kit

Nel frattempo è già iniziata e si concluderà domenica la distribuzione del kit costituito da un cestello aerato da 10 litri. Inoltre una brochure con le istruzioni e una fornitura gratuita di sacchetti compostabili. Tutti realizzati in Mater-Bi.
 

 

Cassonetto condominiale

Il sacchetto dell’umido potrà essere depositato in qualsiasi giorno della settimana nel cassonetto marrone di competenza del condominio. Amsa provvederà a svuotarlo con frequenza bisettimanale.

Depliant per le famiglie

Per aiutare i cittadini a impratichirsi verrà spedito a tutte le 700.000 famiglie milanesi un depliant illustrativo su come separare i rifiuti.     
 
Con l’introduzione dell’umido, Amsa conta di aumentare di un 10% la percentuale di raccolta differenziata, oggi al 38%. Per raggiungere le quote stabilite dalla normativa europea e nazionale che si attesta sul 65%. 
 

Un costo di 6 milioni all’anno

Le sanzioni dovute a errori nella raccolta verranno introdotte gradualmente, ha precisato l’assessore all’Ambiente del Comune di Milano, Pierfrancesco Maran. Intanto il servizio a regime avrà un costo aggiuntivo per le casse comunali di 6 milioni di euro l’anno: meno di 10 euro annui a nucleo familiare. 
 
”Tra pochi giorni parte finalmente il nuovo servizio di raccolta dell’umido – ha spiegato Maran -, un obiettivo importante che la nostra amministrazione ha perseguito con decisione. Si tratta anche di un’ulteriore conferma della nostra attenzione verso l’ambiente. E sono convinto che i milanesi risponderanno favorevolmente”.
 
In futuro Amsa conta di potersi avvalere di un impianto di trattamento specifico che A2A (gruppo di cui Amsa fa parte) ha allo studio. ”È in fase di progettazione e di definizione dell’area che non sarà sul territorio del Comune di Milano”, ha anticipato il presidente di Amsa, Sonia Cantoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.