Orti urbani, firmata intesa Ministero Politiche Agricole, Italia Nostra e Anci

Italia Nostra, Ministero delle Politiche Agricole e Forestali e Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per il “Progetto Nazionale Orti Urbani”

L’hanno siglato il ministro Mario Catania, il presidente di Italia Nostra, Marco Parini e il responsabile nazionale del progetto Evaristo Petrocchi. 
L’accordo favorirà lo sviluppo di attività per la creazione di orti nelle aree urbane e periurbane, impiegando terreni agricoli inutilizzati e aree industriali dismesse.  Per permettere la loro riqualificazione, ostacolare il consumo di suolo agricolo e mitigare le situazioni di marginalità e degrado.

Paesaggio urbano

Tutto ciò servirà a migliorare il paesaggio urbano, valorizzare le produzioni e le essenze ortive tradizionali locali avvicinando anche i cittadini all’attività agricola. Il documento prevede, inoltre, nuove attività di censimento dei terreni in aree urbane e periurbane inutilizzate o disponibili da destinare a orti. Nonchè la creazione di un nuovo sito web informativo e gestionale. Ciò per favorire la diffusione di una agricoltura ‘di qualità’ a servizio delle comunità e degli abitanti delle città.

Attività di formazione e informazione

A questo si aggiunge un’importante attività di formazione e informazione relativa alle pratiche agricole correlate alla realizzazione e alla gestione degli Orti Urbani, che si effettueranno attraverso progetti in collaborazione con i Comuni aderenti. Mentre il Ministero, anche tramite il Corpo Forestale dello Stato, curerà il coordinamento e la realizzazione delle attività didattiche.

‘Orti Urbani’

Il progetto ‘Orti Urbani’, avviato da Italia Nostra nel 2006, ha favorito sino ad oggi la creazione di oltre 500mila metri quadrati di aree coltivate, riqualificando spazi abbandonati o degradati nelle città per destinarli con gli orti ad occasioni di socializzazione tra i cittadini orticoltori, di consumo a Km zero di prodotti delle terra con innegabili vantaggi anche di risparmi economici specie in tempi di crisi come questi.
Oltre che in grandi città come Roma e Milano, gli orti si stanno sviluppando in numerose località italiane, tra cui Genova, Savona, Torino, Padova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.