Oggi si celebra il World Pistacchio Day, un alleato per tutelare la nostra salute

I pistacchi sotto i riflettori per il World Pistacchio Day. Li consumiamo gustando aperitivi, come snack spezza-fame, come storico ingrediente per la produzione di gelati ma anche per rendere originale un condimento per la pasta.

I benefici sul peso

Pochi sanno però che i pistacchi aiutano a controllare il peso e rilasciano preziosi antiossidanti. Per questo risulta decisamente utile  mangiarli tutti i giorni. Un gesto che può far bene alla salute.

Le proprietà nutritive

Il World Pistacchio Day celebra in tutto il mondo le proprietà nutritive di questo piccolo seme verde. Lo ricorda, in una nota, l’American Pistachio Growers, l’associazione americana che rappresenta i coltivatori di pistacchi che hanno il primato mondiale di produzione. E sottolinea che due nuovi studi scientifici, pubblicati sulla rivista americana Nutrition, come il consumo di frutta secca, tra cui i pistacchi, favorisca la prevenzione dell’obesità. Mentre un secondo studio di gennaio 2013 evidenzia che i pistacchi rilasciano importanti antiossidanti e polifenoli durante la digestione.
world pistacchio day

Anti obesità

Ad approfondire la relazione tra i pistacchi e la prevenzione dell’obesità è stata  la ricerca condotta dall‘Institute for Biological Chemistry and Nutrition presso la University of Hohenheim di Stuttgart, Germania e dal Dipartimento di Food Science, Nutrition and Technology dell’Università di Nairobi, Kenya. A dire che i pistacchi sono ”una miniera di importanti antiossidanti” è invece lo studio condotto dal Model Gut Group all’Institute of Food Research (IFR) nel Regno Unito in collaborazione con l’Università di Messina.
 

Senza colesterolo

I pistacchi sono uno snack privo di colesterolo che contiene solo 1,5 grammi di grassi saturi e 13 grammi di grassi a porzione, la maggior parte dei quali deriva da grassi monoinsaturi e polinsaturi. Una porzione di circa 30 grammi di pistacchi corrisponde a 49 pistacchi; con 6 grammi di proteine e 160 calorie per porzione, i pistacchi sono lo snack perfetto per gli sportivi.

Da Bronte

In italia è conosciutissimo quello siciliano, proveniente da Bronte (CT).
Eppure questo frutto con guscio sottile di piccole dimensioni e mandorla di colore verde chiaro dal caratteristico profumo che  cresce su un arbusto semiselvatico della famiglia delle Anacardiacee è originario della Siria e della Mesopotamia.

A inizio cristianesimo

Noto ai Greci,  giunse a Roma secondo Plinio nei primi anni dell’era cristiana. Oggi è diffuso in tutto il Mediterraneo. Oltre che, salato, utilizzato per gli aperitivi, come aromatizzante è presente in vivande, in salse, negli insaccati, in pasticceria. Dal pistacchio si ricava anche un olio per dolci.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.