Liguria,Riviera Spezzina:recuperiamo uliveti

Levantodi Guido Ghersi

La Cooperativa Agricoltori “Vallata di Levanto” ha chiesto al mondo politico una maggiore tutela per il “made in Italy” e nuove politiche agricole al fine di incentivare il recupero degli uliveti e delle terre incolte della Riviera Spezzina. La richiesta all’indomani della nuova direttiva dell’Unione Europea che ha liberalizzato l’importazione senza dazi dell’olio di oliva, vergine ed extra-vergine, dalla Tunisia. Gli euro-parlamentari devono promuovere nuove politiche agricole per incentivare il recupero delle terre incolte. In Riviera, esistono tanti uliveti e terreni agricoli che potrebbero essere riattivati, creando così opportunità di lavoro per i giovani, sviluppo dell’agricoltura e conservazione del territorio dal dissesto idrogeologico.

Olio Levanto

La cooperativa levantese produce doc di ottima qualità in vendita a 12 euro al litro ed ha un mercato sempre attivo che va dalla provincia della Spezia fino a Genova mentre la recente normativa UE farà certamente aumentare le quantità di olio a basso prezzo, penalizzando il prodotto della Riviera.

L’olio extra vergine di oliva prodotto dai soci della cooperativa agricoltori Vallata di Levanto in provincia di La Spezia, è la risultante di olive di varietà “razzola”, tipica della zona.
La lavorazione è ottenuta con temperature basse ed il prodotto non viene filtrato, ma soltanto depurato con rituali, periodici travasi e con il tempo potrebbe lasciare sul fondo un leggero velo. Sapore dolce, aroma delicato e profumo intenso sono le sue caratteristiche inconfondibili.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.