I tesori agroalimentari della Lombardia ai Mondiali di Sci nordico

tesori agroalimetari
La Lombardia del buon cibo, con i suoi tesori agroalimentari, va in trasferta in Val Di Fiemme. Lo fa per i mondiali di Sci nordico che si stanno svolgendo in questi giorni. 
Fino al 3 marzo, nel Villaggio di Campagna Amica a Cavalese (Trento), dove si tengono le premiazioni ufficiali degli atleti, sarà possibile gustare Bitto e Parmigiano. Nonchè prosciutti e Franciacorta, paste e risotti. Il tutto insieme a molti altri prodotti della filiera agroalimentare Made in Italy.
 
 

I testimonial

I testimonial della Lombardia sono la latteria Virgilio di Mantova, il Consorzio agrario Lombardo Veneto (che comprendere anche Mantova e Brescia), l’azienda agricola La Fiorita di Ome (in provincia di Brescia) e due produttori di Bitto della Valtellina. Ovvero le aziende ‘La Taiada’ di Berbenno e la ‘De Giovannetti’ di Buglio in Monte.

Le Regioni in campo

Insieme alla Lombardia, saranno presenti anche i produttori di Abruzzo, Campania, Lazio, Liguria, Puglia, Sardegna, Sicilia, Trentino e Umbria. 
 
tesori agroalimentari

L’obiettivo

tesor agroalimentariL’obiettivo – spiega Ettore Prandini, presidente della Coldiretti Lombardia – è di raccontare a una platea sempre più vasta, anche internazionale, i nostri territori. Con le storie umane e imprenditoriali che ci sono dietro i nostri prodotti agroalimentari”.
 

La differenza coi falsi, i tarocchi

“Vogliamo far capire – sottolinea Ettore Prandini – anche a chi arriva da fuori Italia cosa sia il vero Made in Italy. Nonchè far rilevare che abissale differenza ci sia tra i veri tesori agroalimentari con i falsi che si trovano in giro per il mondo. E che ogni anno sottraggono alla nostra economia almeno 60 miliardi di euro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.