Esino Lario, raduno Wikipedia vetrina mondiale per Made in Italy

Maroni a stand Campagna AmicaWikipedia ha tenuto a Esino Lario il suo raduno mondiale. Un fatto storico per la Lombardia e l’Italia.

“Anche in questo caso la Lombardia e l’Italia, attraverso Esino, sono state, in questa settimana, al centro del mondo – ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, intervenuto nella giornata di chiusura – il mondo ‘nuovo’, quello del nuovo sapere e dei nuovi modi per divulgare la conoscenza. Questa è l’essenza di Wikipedia, straordinario strumento per la diffusione del sapere. è tutto questo è stato possibile grande a un modello vincente, quello della collaborazione tra le istituzioni, perchè quando si collabora, al di là delle appartenenze, si raggiungono gli obiettivi, anche ambiziosi come questo”.

“Quando si chiude un evento che ha una rilevanza mondiale come questo occorre capire cosa accade dopo – ha proseguito il presidente -. Voglio che questa chiusura sia una ripartenza. Credo sia compito delle istituzioni e degli organizzatori o fare in modo che questo evento lasci un’importante eredità, perchè Esino resti un grande punto di riferimento per i Social e per tutti i temi affrontati in questi giorni, perchè attiri un ‘nuovo’ turismo, investendo nella reputazione acquisita”.

Trezzi Tentori e Maroni

“E’ un’occasione da non perdere – ha concluso Maroni -, per questo, entro un paio di settimane, intendo riunire tutti i sindaci, gli operatori, le Istituzioni, le associazioni, per decidere insieme come continuare questa storia di successo, perchè questa comunità resti un punto di riferimento per la Lombardia, l’Italia e l’Europa sul fronte del sapere per i settori valorizzati in questi giorni“.

A Esino Lario si è visto un autentico riscatto per le piccole comunità montane come quella in cui si trova Esino Lario, che spesso vengono dimenticate ma che – grazie ad eventi come questo – dimostrano una gran voglia di fare e mettono in luce bellezze straordinarie, frutto di un incessante presidio del territorio” hanno commentato Fortunato Trezzi e Raffaello Betti, presidente e direttore di Coldiretti Como Lecco.

Coldiretti ha voluto esserci – hanno sottolineato – come c’è ogni giorno a difendere i piccoli produttori delle comunità montane del Lario, la loro distintività a salvaguardia del made in Italy”. 

“Globalizzazione sostenibile” è il principio che, sempre più, si fa avanti: e non è un caso che il forum di Wikipedia si sia svolto in un piccolo borgo delle montagne lecchesi, a balcone sul lago: Esino Lario dopo Londra e Hong Kong, che hanno ospitato in passato il raduno, e prima di Montreal, che accoglierà l’edizione 2017.

Maroni mescola pentolone formaggio

Erano presenti gli agriturismi del Lario Orientale che hanno preparato polenta (boom della ricerca di questo piatto sul web in Sud America e Oceania +167% in 10 anni), pizzoccheri (meno conosciuti fuori dall’Europa ma molto ricercati sul web in Svizzera, Germania e Regno Unito), bruschette, frittate con Taleggio, salumi di capra, uova di quaglia e dolci della tradizione.

Non solo: grande interesse ha destato la preparazione “in diretta” del Taleggio realizzato con paiolo di rame e mestolo dalla casara ventiduenne Valentina Valsecchi, titolare dell’azienda agricola “Ol Spisotol” di Introbio (Lc).

Wikipedia è una grande fonte di informazione libera ed è uno strumento importante per far chiarezza e informare i consumatori sulla storia, le metodologie di preparazione, la corretta origine e identità dei nostri prodotti agroalimentari. L’informazione è importantissima per contrastare il fenomeno dell’italian sounding e la diffusione del falso made in Italy agroalimentare”.

contraffazione mostra Coldiretti Parmesan

Un prezioso alleato nella jungla del web, dove ancora c’è molto da fare. Ad esempio tra i formaggi, negli ultimi dieci anni, le ricerche sul web riguardo a Grana Padano e Parmigiano Reggiano sono cresciute rispettivamente del +230% e del +70%. Entrambe, però, non reggono la sfida con la parola “Parmesan” che viene digitata dieci volte in più rispetto a quella dei veri formaggi italiani. Il nome Parmesan purtroppo, non è soltanto la traduzione letterale di Parmigiano, ma è anche, come riporta proprio Wikipedia “often used generically for various simulations of this cheese, although this is prohibited in trading in the European Economic Area” (la parola Parmesan è spesso utilizzata in maniera generica per diverse imitazioni di questo formaggio,  nonostante ciò sia vietato nel mercato economico europeo). I Paesi che fanno maggiori ricerche on line sul cibo italiano sono Australia, Singapore, Stati Uniti e Libano. A seguire: Regno Unito, Nuova Zelanda, Irlanda, Canada, Emirati Arabi e Sudafrica.

E proprio per smarcare il vero Made in Italy da quello tarocco, Coldiretti ha fatto conoscere e degustare il vero Grana Padano Dop e molti altri prodotti tipici della Valsassina e della Lombardia ai partecipanti che in questi giorni hanno raggiunto il Lago di Como da ogni parte del mondo” hanno concluso Trezzi e Betti.

Wikipedia è online in 255 lingue e le pagine disponibili in lingua italiana sono al 7° posto in termini di utilizzo con oltre 300mila visualizzazioni all’ora. Ogni giorno compaiono su Wikipedia 20mila nuovi articoli di cui 212 in lingua italiana: la parola “Lago di Como” (o la sua traduzione Como Lake) è ricercata principalmente in Svizzera, Lussemburgo, Germania e Gran Bretagna ma anche in Nuova Zelanda, Hong Kong e Bulgaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.