Consorzio Valtènesi: Italia in rosa, presentata a Vinitaly la sesta edizione

Gianni Fava assessore all’Agricoltura di Regione Lombardia,
a sinistra, ha visitato lo stand del Consorzio Valtenesi a Vinitaly 2013. Ha fatto gli onori di casa Sante Bonomo.
Consorzio Valtènesi protagonista a Vinitaly 2013 con il lancio della sesta edizione di Italia in Rosa. La più importante vetrina dedicata ai rosè d’Italia e del mondo, infatti, si prepara a tornare in scena a inizio giugno a Moniga del Garda (Bs), Città del Chiaretto. Molte le novità dell’edizione 2013, presentata a Vinitaly alla presenza dell’assessore all’Agricoltura di Regione Lombardia, Gianni Fava. Torna l’ormai classico appuntamento di fine primavera con Italia in Rosa. La vetrina dei grandi rosè italiani e non solo si prepara infatti a tornare in scena con una VI edizione all’insegna delle novità. Manifestazione in calendario per ben tre giornate da venerdì  7 a domenica 9 giugno 2013. L’evento è stato presentato oggi  a Vinitaly nello stand del Consorzio Valtènesi dal presidente Sante Bonomo e dall’ assessore Gianni Fava, che ha parlato del Garda come una piccola Provenza di Lombardia dove si concentra il meglio di un settore, quello vitivinicolo, assolutamente strategico per il nostro Paese.
consorzio valtènesi italia rosa

A Moniga del Garda

A far da cornice ad Italia in Rosa 2013 sempre quella Moniga del Garda, sulla riviera bresciana del Benaco, ormai nota a livello nazionale come la Città del Chiaretto. Qui torneranno ad aprirsi i suggestivi giardini della seicentesca Villa Bertanzi, il luogo dove oltre un secolo fa il senatore veneziano Pompeo Molmenti codificò il procedimento produttivo del  Valtènesi Chiaretto Doc, il grande rosè del territorio.

Formula codificata

Considerato ormai come la più importante manifestazione nazionale dedicata in modo esclusivo ai vini rosa, l’evento torna quest’anno a riproporsi sull’onda di una formula già codificata e di grande successo, ma che ciononostante non manca di rinnovare ogni anno il proprio profilo con nuove idee ed iniziative. Da quest’anno, per cominciare, i produttori  (circa un centinaio le cantine ospiti da tutta Italia e anche da Oltralpe) potranno presenziare alla manifestazione per presentare i propri vini direttamente a visitatori, operatori e buyer. Onde ristabilire quel contatto preferenziale che è senza dubbio una delle armi vincenti sul complesso scenario commerciale contemporaneo.   

Ampliamento a tre giornate

Sull’onda del grande successo riscosso dall’edizione 2012, inoltre, la manifestazione si amplia a tre giornate nel corso delle quali saranno diversi gli appuntamenti. Oltre alle tradizionali attività di degustazione, sono previsti momenti particolarmente qualificati di approfondimento tecnico come il convegno Tutti i colori del rosa”, che si terrà sabato 8 giugno alle 15 alla presenza di importanti relatori internazionali. Legata a questo approfondimento di natura tecnica è tra l’altro anche la presenza a Moniga in qualità di denominazione ospite del francese Bandol, una delle bandiere mondiali del drink-pink.

Trofeo Pompeo Molmenti

Sempre sabato, nel pomeriggio, la cerimonia di conferimento del Trofeo Pompeo Molmenti al miglior Chiaretto della vendemmia 2012. E da quest’anno verrà anche allestito un wine shop  di “Italia in Rosa”, ovviamente aperto al pubblico. E con la possibilità di acquistare le etichette degustate in fiera. Ufficializzato anche il piatto ufficiale di Italia in Rosa. Si tratta del Coregone all’Olio, tipica ricetta di territorio che tutti i ristoranti di Moniga proporranno in carta a partire proprio dalla manifestazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.