A tavola nel Lodigiano: in rosa e in treno conviene

Presentata in Regione la 24esima Rassegna Gastronomica del Lodigiano.  Ovvero una tradizionale manifestazione agroalientare dai mille volti.

Dal menù a base di zucca e castagne al tradizionale bollito padano. Dalla trippa al riso passando per i sapori forti intensi dei vini di Lombardia.

Appuntamento tradizionale

Con l’autunno arriva puntuale in tutto il Lodigiano la Rassegna Gastronomica Lodigiana (dal 6 ottobre al 2 dicembre) che quest’anno taglia il traguardo della 24esima edizione e riserva un trattamento del tutto speciale al ‘gentil sesso’ appassionato di buon cibo.

Ben 25 ristoranti

Venticinque ristoranti di tutte le categorie metteranno in tavola tutto quello che l’arte culinaria di Lodi ha creato nei secoli. Ovvero un’iniziativa che complessivamente ha portato sul territorio 30.000 clienti nei suoi 24 anni di vita e che quest’anno offre menù dai 20 ai 40 euro tutto compreso tranne il vino che invece si potrà scegliere su una vera prima carta lombarda.

Vernissage

In Regione la presentazione ufficiale della Rassegna. Con la presenza di Andrea Gibelli, vice presidente e assessore all’Industria e Artigiano, Giulio De Capitani, assessore all’Agricoltura e Pietro Foroni, presidente della Provincia di Lodi.

Gibelli: occasione per rilanciare territorio

“La Rassegna – ha detto Andrea Gibelli – oltre all’aspetto culinario e gastronomico evidenzia sempre maggiormente il sistema del Lodigiano, soprattutto in vista del prossimo appuntamento con Expo 2015”. “Si tratta di un’operazione – ha aggiunto – che vuol mettere in mostra anche le bellezze storico-artistiche e ambientali di tutto il nostro territorio lodigiano”.

De Capitani: sul web iniziativa virtuosa tra territorio e impresa

Giulio De Capitani ha voluto sottolineare, invece, l’aspetto tecnologico e comunicativo di questa 24esima edizione. Ovvero delle autentiche novità. Come la prima volta di Twitter e della Web Radio. Che sono strumenti assolutamente inediti. In particolare se associati all’agricoltura.
 

Ampliamento pubblico agricolo

“Vogliamo ampliare ancora di più il pubblico coinvolto dalla campagna – ha spiegato l’assessore – rivolgendoci in particolare a un target giovane e ai numerosi utenti di tablet e smartphone. Un’opportunità in più per conoscere quanto l’agricoltura lombarda ha da offrire ai cittadini e per scoprire il Programma di Sviluppo Rurale, ma soprattutto per essere sempre aggiornati sui numerosi eventi che celebrano le eccellenze del settore primario, a partire dalla Rassegna gastronomica del Lodigiano”.
“Un’iniziativa, questa – ha concluso De Capitani – che, sotto la regia della Provincia di Lodi e attraverso i prodotti tipici, ha creato una collaborazione virtuosa tra le imprese del territorio: ristoranti, agriturismi e aziende agricole”.
 

Sconti per donne e chi utilizza Trenord

Due sono poi le novità per questa edizione. Durante quattro serate infrasettimanali (mercoledì 10 e 24 ottobre, mercoledì 7 e 21 novembre), i ristoranti aderenti applicheranno uno sconto del 20% ai tavoli di sole donne. Alle clienti verrà poi regalato un cofanetto dell’Erbolario di Lodi contenente due prodotti da negozio di profumeria e personal care. Chi poi arriverà nel Lodigiano con Trenord potrà godere di un biglietto a prezzo unico. Non solo, utilizzando l’agenzia Freetime, avrà a disposizione anche un taxi a prezzo calmierato, che lo condurrà nel lodigiano e lo riporterà alla stazione. Saranno possibili acquisti di prodotti agroalimentari e cosmetici mostrando il biglietto Trenord griffato Rassegna che avranno acquistato in una qualsiasi stazione ferroviaria. 
 
 
Tutte le informazioni su www.rassegnagastronomica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.