A Cremona il primo European Dairy Forum: allevatori europei discutono di riforma Pac e pacchetto latte

European Dairy Forum a Cremona. Sono ben 843 marchi in arrivo da 15 paesi, 400 animali in mostra, 56 convegni e seminari. Ovvero i grandi numeri della 67esima edizione della Fiera Internazionale del bovino da latte di scena a Cà de’ Somenzi da giovedì 25 a domenica 28 ottobre.

Vernissage

La Fiera sarà presentata martedì mattina, 23 ottobre, a Milano presso la sede della Regione Lombardia.

Stati generali del latte

Tra gli appuntamenti della manifestazione anche la nona edizione degli Stati generali del latte che si svolgerà nella mattina di sabato 27 ottobre. Ovvero l’occasione per tracciare un quadro della situazione del comparto, evidenziarne le situazioni di maggiore sofferenza e offrire spunti per superarle.

Analisi del mercato

Si aprirà con un’analisi del mercato del latte predisposta da Ismea e si continuerà con una tavola rotonda alla quale parteciperanno gli esponenti di spicco di tutta la filiera del latte. Le conclusioni saranno tratte dal ministro per le Politiche agricole, Mario Catania.

European Dairy Forum

Nel pomeriggio di sabato si svolgerà l’European Dairy Forum (ore 15, Sala Zelioli Lanzini) a CremonaFiere e vedrà la presenza dei rappresentanti degli allevatori di Francia, Olanda e Danimarca, oltre all’organizzazione delle cooperative lattiero casearie europee (Copa).

Pac e pacchetto latte

Con la riforma della Pac e l’approvazione del “Pacchetto latte” da parte della Ue, verranno introdotte novità sostanziali nel panorama relativo alla produzione, commercializzazione, e trasformazione del latte nella intera Unione Europea e nei singoli Paesi che la compongono.

Qualità

Questo, unitamente anche alla applicazione del cosiddetto “Pacchetto qualità” e alla cessazione del regime delle “quote latte”, comporterà anche molti cambiamenti. Nelle condizioni di lavoro e di redditività dei produttori di latte per il prossimo periodo della programmazione economico-finanziaria prevista dalla Pac 2014-2020. E questo sarà particolarmente importante per il nostro Paese. Che deve trovare soluzioni adeguate al riguardo.

Confronto a 360 gradi

Al fine di approfondire e analizzare il prossimo scenario che si svilupperà a seguito di questi importanti cambiamenti, alla Fiera Internazionale del Bovino da Latte gli allevatori europei si riuniranno. E si confronteranno durante la prima edizione dell’“European Dairy Forum”. Organizzato dalla Libera Associazione Agricoltori Cremonesi e Cremona Fiere.

I partecipanti

Sarà l’occasione per un confronto aperto a cui parteciperanno i rappresentanti delle organizzazioni dei produttori di latte dei principali Paesi europei: Francia, Olanda e Danimarca. Oltre a una rappresentanza della organizzazione delle cooperative lattiero casearie europee (Copa).
I punti di vista
Nell’arco dei lavori della giornata verranno portate le impressioni e le proposte su come migliorare le strutture degli allevatori europei da latte. Ma anche sul loro assetto organizzativo in relazione alle esigenze degli allevatori su temi tecnici ed economici. Nonchè su come migliorare la concentrazione dell’offerta di prodotto. E, più in generale, sulla gestione dei rapporti con l’industria della trasformazione del latte e con la grande distribuzione organizzata.
L’obiettivo finale è certamente quello, attraverso l’approfondimento e la conoscenza di ciò che accade in Europa, di ottenere migliori condizioni di cessione del prodotto latte dall’allevatore all’industria. Migliorandone il potere contrattuale anche attraverso forme organizzate come le Organizzazioni di prodotto.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.