In 20 anni chiuse 60.000 stalle, persi migliaia di posti

60000 stalle
(ANSA) – CERNOBBIO (COMO) – Negli ultimi 20 anni hanno chiuso i battenti 60000 stalle, insieme alla perdita di migliaia di posti di lavoro causata dalla concorrenza sleale del latte spacciato come made in Italy e dal boom dei costi di produzione, rincarati del 40% tra il 2011 e il 2012. Lo denuncia la Coldiretti nel corso del Forum Internazionale di Cernobbio.     
Proprio per smascherare sul mercato gli inganni del finto Made in Italy, frenare la chiusura delle stalle e salvaguardare l’occupazione, il presidente della Coldiretti Sergio Marini, ha lanciato il primo latte a lunga conservazione proveniente al cento per cento da allevamenti nazionali e firmato dagli Agricoltori Italiani (Fai).

Campagna Amica per la distribuzione

Il latte, dice la Coldiretti, sarà distribuito presso supermercati, negozi e le botteghe di Campagna Amica.

Le dichiarazioni false sul latte

L’iniziativa degli allevatori italiani punta a rendere più trasparente un prodotto come il latte a lunga conservazione. Spesso ”spacciato”, come dimostrano le 60000 stalle chiuse, come nazionale. E invece importato da Paesi comunitari ed extracomunitari.

Etichetta

Infatti, sottolinea la Coldiretti, non è ancora obbligatorio indicare in etichetta la provenienza, nonostante la legge approvata all’unanimita’ dal Parlamento all’inizio della legislatura.
 
Al contrario il latte Uht della filiera Fai arriverà solo da allevamenti nazionali selezionati e controllati e, per la sua lavorazione – sottolinea la Coldiretti – verrà usata energia verde da fonti rinnovabili. Il contenitore, in materiale riciclabile e con un tappo a doppia sicurezza per garantire l’integrita’ del prodotto, portera’ la scritta ”Io sono italiano” e il logo tricolore Fai.   

Circuito di qualità e garanzia

Il latte Uht firmato dagli agricoltori italiani – conclude la Coldiretti – si inserisce così nel circuito di qualità e garanzia tipico dei grandi formaggi Dop. Che per la loro produzione assorbono circa il 60 per cento delle oltre 10 milioni e mezzo di tonnellate munte ogni anno in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.