Regioni, parchi, progetto Bike sharing Portofino. Lunedì 18 marzo conferenza stampa a Santa Margherita Ligure (h.11,15)

bike sharing portofino park

Conferenza stampa per la presentazione del progetto Bike sharing Portofino Park Bike, lunedì 18 marzo 2013, alle 11,15 a Santa Margherita Ligure, a Villa Durazzo, nella Sala Vaymer, con ingresso da via S. Francesco 3.Saranno presenti: l’assessore all’Ambiente e ai Parchi della Regione Liguria Renata Briano, Il sindaco di S. Margherita Ligure Roberto De Marchi e il presidente dell’Ente Parco di Portofino,  Francesco Olivari.

Dopo le prime ciclostazioni installate in piazza Vittorio Veneto, al porto e a San Siro diventa operativo il progetto che consente di salire in sella e muoversi fra ‘Santa’, Camogli, Recco, Portofino con la bici elettrica.

Un progetto da quasi 500.000 euro

Quasi 500.000 euro (487.650 euro) l’importo complessivo del progetto, che ha ottenuto un finanziamento di 304.900 euro dal Ministero dell’Ambiente. Le biciclette elettriche distribuite nel comprensorio saranno circa 70.

Gli stalli per i paesi

Santa Margherita avrà tre postazioni da dieci stalli ciascuno, Camogli e Recco una ciclostazione ciascuna. A questi tre Comuni, si è aggiunto Portofino: “Non a caso abbiamo deciso di chiamare il progetto Portofino Park and Bike, visto l’appeal che ha il Borgo soprattutto verso i turisti», ha commentato l’assessore all’Ambiente del Comune di Santa Margherita, Michele Corrado.

Come funziona

Chiunque potrà prendere la bicicletta in un Comune – a esempio Santa Margherita – e andare fino a Camogli o Recco. Oppure potrà usare il mezzo elettrico per muoversi all’interno della città.

La scheda prepagata

Per poter fare questo, servirà dotarsi di una scheda magnetica di valore annuale dal costo di 25 euro, con 5 euro di utilizzo delle bici già prepagato. Ogni ora di utilizzo della bici costa 1 euro. Ma la prima ora è gratuita. «Questo per incentivare al massimo l’uso delle bici come mezzo alternativo».

Mobilità intelligente

Un modo intelligente di muoversi e assai attrattivo per quella larga fetta di turismo attento alla sostenibilità ambientale. Fra una pedalata e l’altra, le biciclette si ricaricheranno nelle ciclostazioni grazie alle apposite colonnine. Santa Margherita ha già installato un impianto per la produzione di energia elettrica a pannelli fotovoltaici della potenza di 6,58 kWp sulla copertura della Casa della Provvidenza, in viale Rainusso (40.000 euro il costo).

Il sistema delle biciclette è del tutto analogo a quello già attivo a Sestri Levante e Cavi di Lavagna: «Chi vorrà, quindi, potrà raggiungere Sestri Levante con modalità diverse, con la bici elettrica».

Integrazione con programma Belt

E, nel futuro, il sistema verrà integrato nel programma Belt (acronimo di Bigliettazione elettronica liguria trasporti), per unificare il bike sharing del Tigullio a quello di Genova e dare la possibilità, a un costo unico, di usare o le bici elettriche, o i bus o i treni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.