Oltre 1.000 tonnellate di lampade a basso consumo raccolte da Ecolamp nel primo semestre 2013, Lombardia leader assoluta

Sono state raggiunte le 1.000 tonnellate di sorgenti luminose esauste, +15% rispetto al pari periodo del 2012, 340 tonnellate consegnate dai cittadini privati presso le Isole Ecologiche e 660 tonnellate provenienti dai canali professionali.

Per quanto riguarda la raccolta regionale, il Consorzio Ecolamp riferisce che la Lombardia ha raccolto nel primo semestre del 2013 oltre 320 tonnellate di lampade a basso consumo a fine vita (320.267 kg), collocandosi al 1° posto nella classifica della raccolta regionale italiana, con un raccolta che rappresenta il 31,5% del totale nazionale, con un incremento del 6% rispetto al pari periodo del 2012.

Oltre 105,5 tonnellate (33% del totale, 105.609 kg) sono state raccolte grazie al contributo dei cittadini privati che si sono recati presso i Centri di Raccolta Comunali;    le restanti 215 tonnellate sono stati recuperate grazie ai servizi messi a punto dal Consorzio Ecolamp dedicati al pubblico di installatori e professionisti del settore illuminotecnico: 92.772 kg grazie al ritiro gratuito Extralamp, 23.702 kg attraverso la consegna del materiale presso i Grandi Centri, punti autorizzati al ritiro e allo stoccaggio di sorgenti luminose convenzionati con il Consorzio e 98.184 kg con la consegna presso i Collection Point, centri di raccolta riservati ai professionisti.

Ecco la classifica delle province lombarde:

•      Bergamo: 36.049 kg

 •      Brescia: 48.631 kg

 •      Como: 12.629 kg

 •      Cremona: 1.314 kg

 •      Lecco: 18.123 kg

 •      Lodi: 2.853 kg

 •      Mantova: 7.601 kg

 •      Milano: 131.789 kg – la provincia più virtuosa

 •      Monza e Brianza: 19.134 kg

 •      Pavia: 3.098 kg

 •      Sondrio: 2.628 kg

 •      Varese: 36.418 kg

 

La raccolta gratuita e volontaria ottenuta grazie ai servizi ideati da Ecolamp per il pubblico professionale, che rappresenta oltre il 65 per cento del totale, si suddivide in tre canali specializzati: Extralamp, Grandi Centri e Collection Point. Il primo, un servizio di ritiro gratuito a domicilio per quantitativi superiori a 100 chilogrammi, a cui aderiscono oltre 3.300 professionisti, ha permesso il recupero di 340 tonnellate di sorgenti luminose (+15 per cento rispetto al 2012), mentre ne sono state consegnate poco meno di 220 tonnellate presso i Collection Point, i 35 centri di raccolta riservati ai professionisti in tutta Italia (-11 per cento). Il calo del canale dei Collection Point è conseguenza dell’incremento esponenziale dei Grandi Centri, l’ultimo servizio introdotto in casa Ecolamp a fine 2012, che coinvolge 50 punti autorizzati al ritiro e allo stoccaggio di sorgenti luminose convenzionati con il Consorzio: quasi 100 tonnellate raccolte da gennaio a giugno 2013, rispetto ai 25.672 chili del 2012.

 

“Abbiamo raggiunto un obiettivo molto ambizioso nel corso di questo primo semestre 2013 – commenta Fabrizio D’Amico, Direttore Generale del Consorzio Ecolamp – che ci porta a guardare alle duemila tonnellate per la fine di quest’anno. Un incremento della raccolta pari al 15 per cento in tutto il territorio nazionale è un’importante risposta all’impegno dedicato a sensibilizzare, educare e agevolare la raccolta delle lampadine a basso consumo da parte di tutti i nostri pubblici di riferimento. Un altro aspetto degno di nota è il confronto tra canale professionale e cittadini privati: mentre il 2012 si era chiuso con una disparità di crescita (+19 per cento per i professionisti e +4 per cento per il pubblico), il primo semestre del 2013 è caratterizzato da tassi di crescita del tutto simili: segno che le attività informative in cui Ecolamp è regolarmente impegnata trovano sempre maggior riscontro nella sensibilità dei singoli cittadini”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.