Mantova capitale di gusto e cultura

 

Mantova capitale del gusto volantino

Dal 20 marzo la campagna mette radici in città. Lo fa in pianta stabile fino alla fine del 2016, per celebrare Mantova nell’anno in cui assume il prestigioso ruolo di capitale italiana della cultura.

Da domenica 20 marzo e fino a dicembre, la casa dell’agroalimentare mantovano sarà Broletto 6,  sede di  Mantova capitale del gusto, la rassegna promossa da Coldiretti Campagna Amica e Comune di Mantova in collaborazione con il Consorzio Latterie Sociali Virgilio e la scuola di cucina Peccati di Gola. Di volta in volta, si aggiungeranno, poi, altri compagni di viaggio, per arricchire un cartellone di proposte, tra esposizioni, laboratori, incontri e degustazioni, che mettono al centro il cibo 100% Made in Mantova e chi lo produce.  

Mantova Broletto“Siamo convinti – spiega il Presidente di Coldiretti Mantova Paolo Carra – che l’enogastronomia, espressione del lavoro quotidiano dei nostri imprenditori agricoli – rappresenti un tassello importante della cultura di Mantova. Per questo abbiamo deciso di portare in città qualche esempio delle nostre produzioni migliori, che stanno riscuotendo sempre maggiore successo anche all’estero, svolgendo un ruolo di ambasciatori del territorio”.

 

“La rassegna – sottolinea il vice sindaco di Mantova Giovanni Buvoli – è in sintonia con Mantova Capitale Italiana della Cultura 2016 perché l’enogastronomia è parte integrante della nostra identità. La buona cucina sarà protagonista anche nel Mantova tortelli2017 quando la nostra città, insieme a Cremona, Brescia e Bergamo, sarà capitale europea dell’enogastronomia. Il Comune di Mantova sostiene questa iniziativa che promuove il meglio della produzione agroalimentare delle nostre campagne e contribuisce ad animare il centro storico con le bancarelle che, a partire da domenica 20 marzo, valorizzeranno con i prodotti tipici una delle più belle piazze della nostra città”.

Si comincia domenica con il mercato di Campagna Amica in piazza Broletto.  Il mercato si ripeterà, poi, ogni prima e terza domenica del mese, in concomitanza con l’apertura gratuita dei musei e il mercatino dell’antiquariato di piazza Sordello, per creare un percorso ideale che spinga i visitatori a percorrere tutto il centro storico, scoprendo in ogni piazza un evento differente.

Mantova pane e salame

Le aziende partecipanti, una quindicina, proporranno le loro produzioni a “chilometro zero”, offerte a prezzi scontati ai possessori della Mantova Musei Card.

In contemporanea, questa domenica, il cortile interno di Broletto 6 si trasformerà nel GiardinOrto di Campagna Amica, esposizione di piante aromatiche e fiori commestibili  a cura dell’azienda agricola “La Margherita” di Gazoldo degli Ippoliti.

miosotis

Ci saranno viole, miosotis, garofani, piante di tarassaco e di salvia di tanti colori diversi, timo, aglio elefante, cipolla egiziana, fragoline di bosco e molto altro ancora. Una gioia per gli occhi e per il palato: domenica pomeriggio, a partire dalle ore 17, Elisabetta Arcari della scuola di cucina Peccati di gola presenterà, per una degustazione gratuita e aperta a tutti, i suoi piatti “petalosi” preparati con i fiori del “GiardinOrto”.

Non mancheranno, nel vasto programma di “Mantova capitale del gusto”, i momenti di approfondimento dedicati al cibo e al vino, con interviste ai produttori, casi aziendali e tavole rotonde. Ad apMantova scuola cucina Peccati di gola rose-radicchio-webrile, ad esempio, si parlerà di frodi, contraffazione, italian sounding e falso Made in Italy con il “cacciatore di falsi” Rolando Manfredini, responsabile della Sicurezza alimentare  di Coldiretti nazionale: a suon di numeri e aneddoti, Manfredini traccerà i contorni di un fenomeno che toglie al Made in Italy autentico più di 60 miliardi di fatturato.

Proseguiranno, poi, le lezioni di alfabetizzazione alimentare “La salute nel piatto”, teoria e pratica per imparare a cucinare e nutrirsi in modo corretto con i prodotti delle nostre campagne (info: Martina Fusari, tel. 0376 375421). Insegnanti del  ciclo di incontri, organizzati in collaborazione con l’Asl e la scuola di cucina Peccati di Gola, la nutrizionista Maria Chiara Bassi e la chef Elisabetta Arcari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.