Maltempo, troppa pioggia sui vigneti frena la maturazione dei grappoli

maltempo luglio 2014 LambroAnche oggi sono state forti le precipitazioni sulla Lombardia. I nubifragi si sono concentrati su due settori: alto Milanese e Brianza, Bresciano. Due esondazioni del Seveso hanno interessato la zona Niguarda di Milano. Si è trattato di episodi più contenuti rispetto a quelli precedenti del 25 giugno e dell’8 luglio. La prima esondazione è avvenuta alle 2.40, la seconda alle 8,10. Entrambe sono rientrate. Il livello del fiume sta scendendo, al momento è tra la soglia di preallarme e di primo allarme. La protezione civile segnala che non ci sono stati particolari problemi alla viabilità, sono stati istituiti alcuni blocchi stradali poi rimossi. Una voragine, larga 6 metri e profonda 12, si è aperta in corso di Porta Romana, a Milano, dovuta a una perdita di acqua dall’acquedotto. Anche il fiume Lambro è sotto monitoraggio, il livello è salito ma è sempre rimasto sotto la soglia di preallarme e attualmente è in discesa.
Colpito anche il Bresciano dove si sono registrati numerosi allegamenti e problemi alla viabilità.

maltempo luglio 2014 vigneti allagati“Mai visto un luglio del genere” sospira Francesco Averoldi, 49 anni, ultimo di quattro generazioni di viticoltori, con 15 ettari a vigna nel comune di Bedizzole, in provincia di Brescia, a ovest del lago di Garda, e clienti anche in Cina e Stati Uniti. Pioggia e sole, nuvole e pioggia, grandine, umido e persino nebbia questa mattina in alcune zone del Mantovano.

OLTRE 3.200 AZIENDE VITIVINICOLE – Da Brescia a San Colombano, da Pavia a Mantova, l’estate pazza vista sino a oggi sta creando non pochi problemi ai vigneti della Lombardia, una regione che schiera oltre 3.200 imprese vitivinicole e che, su quasi 18 mila ettari, produce un milione e 300 mila ettolitri di vino Docg, Doc o Igt . Gli esperti della Coldiretti stanno monitorando la situazione e raccogliendo le segnalazioni degli agricoltori.

LA MAPPA DEI DANNI – Nel Bresciano hanno avuto prima la grandine a macchia di leopardo e poi le piogge continue. “Certi giorni sembrava di essere a ottobre – spiega Francesco Averoldi – lunedì qui da noi ha piovuto tutto il giorno. Manca un po’ sole soprattutto adesso che è iniziata la maturazione dei grappoli”. In questo periodo, infatti – spiega la Coldiretti Lombardia – gli acini verdi cominciano a prendere colore e questo dipende anche dal grado di soleggiamento e luminosità delle giornate. Per questo sarà strategico il mese di agosto. “Ci serve il sole” afferma Averoldi.

maltempo luglio 2014 vigneti«Fino alla metà di giugno era andato tutto per il meglio – spiega Marta Madama, responsabile del settore vitivinicolo di Coldiretti Pavia – Poi però è iniziato un lungo periodo con temporali e piogge frequenti che hanno favorito lo sviluppo di funghi ed erbe infestanti». Sono stati necessari continui interventi di cimatura e di pulizia. «Tutti i vitigni hanno sofferto – aggiunge Milena Guerci, la cui azienda di Casteggio coltiva 37 ettari di vigneto – in particolare negli ultimi 15-20 giorni, quando la continua alternanza di pioggia e sole non ha permesso di effettuare i soliti interventi». Molto dipende da come andrà agosto.

vigneti Garda“L’anno scorso – spiega Mentore Bernini, esperto viticolo di Mantova e dei suoi lambruschi – una stagione così piovosa c’era stata fra aprile e maggio, adesso invece abbiamo la pioggia primaverile con temperature estive. Sembra quasi un clima tropicale. Da oltre 20 anni non ricordo una stagione del genere”. A Chiuduno, in provincia di Bergamo, Simone Locatelli, guarda la sua vigna e dice: “I continui sbalzi climatici, con la frequente alternanza di sole e pioggia, stanno facilitando la diffusione dell’oidio. Speriamo che per le prossime settimane la situazioni migliori e il tempo si ristabilisca altrimenti c’è il rischio che venga compromessa la produzione”. Stessa situazione sulle colline di San Colombano, enclave milanese fra Lodi e Pavia, dove Antonio Panigada coltiva 5 ettari e guarda il cielo: “Speriamo almeno in un agosto caldo secco”. In Valtellina le varietà sono più tardive, “però anche qui da noi – spiega Alberto Marsetti, viticoltore e presidente di Coldiretti Sondrio – sarebbe bene che smettesse di piovere”. Ma domani in Lombardia sono previste precipitazioni sparse e temperature in calo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.