Il Distretto Culturale della Valtellina si unisce all’alleanza mondiale per il Paesaggio Terrazzato

Creare nuove sinergie, individuare nuovi progetti, ampliare gli orizzonti e partecipare a un dialogo attivo con interlocutori nazionali e internazionali: sono questi alcuni degli obiettivi alla base della nuova collaborazione fra il del Distretto Culturale della Valtellina e la sezione italiana dell’Alleanza Mondiale per il Paesaggio Terrazzato. Un’associazione, ma soprattutto un network internazionale, che vede confluire esponenti e rappresentanti di tutto il mondo e che opera per valorizzare e per far conoscere l’importanza dei paesaggi terrazzati, delle tradizioni e dei modi di vivere ad essi collegati.

Questa importate iniziativa è stata sancita formalmente da Sergio Schena, Segretario Generale della Fondazione di Sviluppo Locale e Responsabile del progetto Distretto Culturale della Valtellina, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta venerdì 19 aprile a Castel Masegra di Sondrio. Presenti, con l’intento di profilare i nuovi scenari possibili per la Valtellina, anche Donatella Murtas, coordinatrice della sezione italiana dell’Alleanza Mondiale per il Paesaggio Terrazzato, Dario Foppoli, responsabile delle azioni sui beni tangibili del Distretto Culturale della Valtellina  e Attilio Tartarini, Presidente della Strada dei Vini e dei Sapori di Valtellina.

L’incontro, che si colloca nell’ambito della giornata di avvio del corso di formazione professionale Paesaggi Valtelliesi. Trasformazione del territorio, cultura e identità locale, si collega direttamente alla realizzazione di uno degli interventi più importanti del Distretto Culturale della Valtellina: la realizzazione della Via dei Terrazzamenti. Un progetto del valore complessivo di € 3.100.000, già in corso di attuazione, che entro il 2014 completerà un sentiero ciclo pedonale che si snoda lungo un percorso di circa 70 km fra i vigneti. Da Morbegno a Tirano un contesto storico e ambientale unico; un prezioso patrimonio culturale che trova pochi eguali a livello mondiale. Già quasi terminato il primo tratto della Via dei Terrazzamenti nella Comunità Montana di Sondrio, l’itinerario è scandito dalla creazione, nei punti più panoramici del percorso, di nuove aree di sosta attrezzate e valorizzate da una cartellonistica ricca informazioni turistiche, aggiornate per l’occasione, e dalla possibilità, tramite il QR Code, di accedere a ulteriori notizie riferite anche al settore enogastronomico.

Con questa iniziativa il Distretto mette a segno un altro importante risultato in linea con il suo obiettivo generale volto a creare valore economico e sociale attraverso i beni culturali locali. Dalla valorizzazione di beni artistici, architettonici e al paesaggio; dalla promozione del settore enogastronomico all’innovazione tecnologica; dalla formazione nelle scuole all’aggiornamento professionale: sono queste le attività concretamente messe in campo dal Distretto Culturale che, direttamente integrate con le filiere produttive locali, presidiano lo sviluppo futuro della valle. Il Distretto Culturale della Valtellina si inserisce nel più ampio progetto dei Distretti culturali ideato e realizzato da Fondazione Cariplo per promuovere la valorizzazione del patrimonio culturale in una logica di sviluppo del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.