Expo 2015: un bando da 5,2 milioni per “Nutrire il Pianeta”, progetti per agricoltura sostenibile e sicurezza alimentare

agricoltura sostenibile 1Nutrire il Pianeta 2014 è un bando unico nel suo genere e innovativo nella cooperazione internazionale perché mette i temi della sicurezza alimentare al centro del percorso di avvicinamento ad Expo 2015“.
Lo ha detto il Sottosegretario all’Expo 2015 e all’internazionalizzazione delle imprese di Regione Lombardia Fabrizio Sala commentando l’uscita del nuovo bando “Nutrire il Pianeta 2014″, presentato al Centro Congressi di Fondazione Cariplo.

SVILUPPO SOSTENIBILE – “Vogliamo promuovere – ha aggiunto Sala – le migliori iniziative che, in linea con la tematica di Expo 2015, favoriscano lo sviluppo sostenibile con una serie di azioni economiche e sociali locali in grado di contribuire attivamente alla lotta alla povertà”.

BANDO DA 5,2 MILIONI – Il bando è sostenuto da un partenariato pubblico-privato di primo livello che mette a disposizione delle organizzazioni non profit 5,2 milioni di euro: 1,5 milioni di euro stanziati dalla Regione Lombardia, 1,770 milioni di euro dal Comune di Milano (di cui 1,526 milioni provenienti da accordi stipulati in precedenza con fondazioni bancarie e 244 mila finanziati dal bilancio del 2013) e 1,930 milioni di euro dalla Fondazione Cariplo.

agricoltura sostenibile 3 ortaggiI CONTENUTI E LE AZIONI – ‘Nutrire il Pianeta 2014’ è dedicato all’agricoltura sostenibile (con particolare riferimento all’agricoltura urbana e peri-urbana) e alla filiera delle produzioni alimentari, prestando attenzione sia alla qualità e alla sicurezza del cibo che all’innovazione della filiera (produzione, conservazione, controllo e distribuzione dei prodotti). Rientrano tra le azioni finanziabili anche quelle destinate alla valorizzazione della conoscenza delle tradizioni alimentari locali come elementi competitivi. La scadenza della prima fase del bando, per la presentazione di una concept note, è fissata al 15 aprile 2014.

Fabrizio Sala
GLI OBIETTIVI – “Il bando privilegerà le iniziative di imprenditoria sociale – ha spiegato Sala – che uniscano obiettivi economici e finalità di protezione sociale: un’attenzione particolare sarà riservata a progetti di sviluppo che coinvolgano le imprese lombarde, in particolare nei casi in cui le aziende siano già presenti nel paese di intervento individuato e possano apportare conoscenze e know how”.

IMPEGNO REGIONE NELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE – Regione Lombardia opera nella cooperazione internazionale dall’inizio degli anni Novanta e, al fianco delle organizzazioni non governative e delle associazioni, ha contribuito a realizzare centinaia di progetti in quasi un terzo dei paesi del mondo.
(Ln)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.