Alassio protagonista della campagna “Una Tavola blu” con studenti alberghiero

una tavola blu
 
Una Tavola blu, progetto di Marevivo dedicato agli studenti degli alberghieri italiani, sceglie per la Liguria il “Giancardi” di Alassio, nel suo cinquantesimo anno di fondazione.

Protagonsti i corsi di ristorazione

Saranno infatti i ragazzi e le ragazze delle classi terminali del corso di ristorazione, con la loro creatività e la loro fantasia, a promuovere la sostenibilità a tavola. Lo faranno valorizzando le risorse del mare, la stagionalità del pesce e la filosofia di km e miglio zero. In queste azioni coordinati dai docenti Katiuscia Giuria, Antonella Annitto, Monica Barbera, Franco Laureri e dalla biologa marina di Marevivo, Nadia Repetto.
 
 

Il contributo del Ministero

Il progetto Una Tavola blu, realizzato con il contributo del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, coinvolge quindi 12 Istituti di 11 Regioni costiere (Friuli Venezia Giulia, Veneto, Marche, Abruzzo, Puglia, Calabria, Sicilia, Campania, Lazio, Toscana, Liguria). Per la Liguria saranno quindi i giovani chef della Città del Muretto a dover dimostrare in aula e ai fornelli le buone pratiche. Quelle utili per salvaguardare la biodiversità e le risorse ittiche del nostro mare.

Si parte l’8 aprile

Il primo appuntamento, svolto in collaborazione con la pescheria Bongiovanni, è fissato per lunedì 8 aprile 2013 e si concluderà a Genova, a Slow Fish, con la partecipazione degli alunni ai laboratori didattici di Marevivo. Gli interventi didattico-formativi nei laboratori di cucina saranno finalizzati alla riscoperta dei piatti della cucina povera. Quella fatta di ricette a base di pesce di stagione “dimenticato” dalla massificazione dei consumi alimentari.

L’obiettivo primario


L’obiettivo primario del progetto è infatti quello di diffondere una corretta informazione sul mare. E porre quindi l’attenzione dell’opinione pubblica sulle ripercussioni, più o meno gravi, che si determinano sull’ambiente marino attraverso le scelte alimentari legate ai prodotti ittici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.