Lombardia Expo Tour,dalla “mafia nel piatto” al furto del Made in Italy:domenica a Bergamo ex procuratore Caselli e ministro Martina

Prodotti cucina BergamoLotta alla mafia che si infila nel piatto, il cibo come motore di sviluppo per uscire dalla crisi economica, il tesoro di 60 miliardi di euro rubato ogni anno all’Italia dai finti prodotti alimentari del Belpaese all’estero. Sono questi alcuni degli argomenti che verranno trattati domenica 23 marzo al convegno che si terrà alle ore 10,30 presso la Sala del Mosaico del Palazzo dei contratti della Camera di Commercio di Bergamo e che avrà come tema “Legalità e responsabilità alimentare : la sfida di Expo per l’agricoltura del futuro”  in occasione della tappa orobica di “Lombardia Expo Tour”, l’evento promosso da Coldiretti e Regione Lombardia per valorizzare le realtà territoriali e le eccellenze agroalimentari in vista di Expo 2015. Al convegno porterà la sua esperienza anti mafia anche Giancarlo Caselli, già procuratore capo a Palermo e Presidente del Comitato scientifico della Fondazione “Osservatorio sulla criminalità in agricoltura” che debutta mercoledì 19 marzo 2014 a Roma presso la Coldiretti.

ESPERTI A CONFRONTO – Al Convegno di domenica, dopo gli interventi di Ettore Prandini, Presidente di Coldiretti Lombardia, di Alberto Brivio Presidente Coldiretti Bergamo e i saluti del sindaco di Bergamo Franco Tentorio, ci saranno le relazioni di Cosimo Piccinno Generale di Divisione Comandante Comando Carabinieri per la Tutela della Salute (NAS) , di Monsignor  Vittorio Nozza vicario episcopale per i laici e per la pastorale, di Gianni Fava assessore all’Agricoltura di Regione Lombardia, di Roberto Moncalvo Presidente di Coldiretti, di Roberto Maroni presidente Regione Lombardia e di Maurizio Martina Ministro Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

 

Da sinistra, nella foto LN: Cristina Cappellini, assessore regionale Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, Claudia Maria Terzi, assessore regionale all'Ambiente, Energie e Reti, Fabrizio Sala, Sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia con delega all'Expo 2015 e all'internazionalizzazione delle imprese, Gianni Fava, assessore regionale all'Agricoltura, Ettore Prandini, Presidente Colidiretti Lombardia e il direttore di Coldiretti Bergamo Gianfranco Drigo
Da sinistra, nella foto LN: Cristina Cappellini, assessore regionale Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, Claudia Maria Terzi, assessore regionale all’Ambiente, Energie e Reti, Fabrizio Sala, Sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia con delega all’Expo 2015 e all’internazionalizzazione delle imprese, Gianni Fava, assessore regionale all’Agricoltura, Ettore Prandini, Presidente Colidiretti Lombardia e il direttore di Coldiretti Bergamo Gianfranco Drigo

TRE MOMENTI PER IL LOMBARDIA EXPO TOUR A BERGAMO – “Saranno tre i momenti  attorno ai quali si snoderà la seconda tappa del Lombardia Expo tour in  programma domenica a Bergamo; il convegno di approfondimento delle tematiche connesse ad Expo; il momento istituzionale con il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni che nel pomeriggio incontrerà il sistema Bergamo con i suoi protagonisti già pronti per l’Esposizione Universale; e  il concerto di Davide van de Sfroos. Sullo sfondo, per tutta la giornata, il mercato agricolo con 80 aziende presenti “. E’ questo il “biglietto da visita” della seconda tappa del Lombardia Expo Tour, presentato oggi presso la sede territoriale della Regione Lombardia di Bergamo dal Sottosegretario alla Presidenza con delega all’Expo e all’internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala intervenuto alla conferenza stampa cui hanno partecipato anche gli assessori  regionali all’Agricoltura, Gianni Fava, alle Culture e Autonomie, Cristina Cappellini e all’Ambiente, Energia e Reti Claudia Maria Terzi, il presidente di Coldiretti Lombardia Ettore Prandini.

casoncelliSUPERIAMO CONFINI TEMPORALI E GEOGRAFICI – “Dopo la tappa di Brescia, anche quella di Bergamo – ha spiegato Sala – costituirà l’occasione per invitare a superare i confini temporali e geografici di Expo 2015: Expo è già qui, è già ora e non investe solo la città di Milano, ma l’intera Lombardia. Ecco perché rivestono particolare importanza le iniziative che stiamo organizzando sui territori per far conoscere i temi di Expo: dopo Bergamo il 12 aprile saremo a Pavia e il 18 maggio a Milano”. “Costituiremo nei prossimi mesi – ha sottolineato Sala  – un Fondo che finanzierà progetti locali e quindi è importante ci sia un’organizzazione diffusa: Bergamo  è già pronta”.

QUESTIONARIO PER I CITTADINI – Nell’area del mercato  agricolo di Campagna Amica, in piazprodotti bergamo dolciza Dante Alighieri,  sarà presente lo stand Regione Lombardia per la  promozione Expo con questionari per i cittadini che consentiranno di raccogliere indicazioni e suggerimenti. Durante la giornata, a sottolineare la dimensione di festa popolare, si esibirà una marching band.

IL PRESIDENTE INCONTRA IL SISTEMA BERGAMO  – Alle 14.30 il momento istituzionale con il presidente Roberto Maroni che incontrerà il sistema Bergamo per Expo e sarà presentato il protocollo di intesa tra Comune, Provincia di Bergamo,Camera di Commercio ed enti locali per l’organizzazione di iniziative in territorio orobico in vista di Expo.  “Expo 2015 –  ha spiegato Prandini – non riguarderà  solo Milano ma interesserà tutta la Lombardia e l’Italia e sarà una grande opportunità per l’agricoltura. Per questo sono significativi i risultati che stiamo ottenendo con il protocollo lombardo che con la Regione stiamo presentando ai vari paesi che parteciperanno all’esposizione universale per combattere la contraffazione dei prodotti di origine”.

Tra le iniziative della giornata anche la seconda tappa delle Olimpiadi dell’Italian Food che sarà incentrata sui 12 prodotti bergamaschi a marchio DOP. La sfida coinvolgerà i cittadini in una gara che avrà anche la finalità di far conoscere i primati dell’agricoltura bergamasca.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.