Festivaletteratura, a Mantova si coltivano idee

A Mantova dal 7 all’11 settembre Coldiretti propone i suoi eventi culturali

In programma anche degustazioni guidate per scoprire sapori dell’orto

Il Festivaletteratura di Mantova ha raggiunto il traguardo della  ventesima edizione. In questa occasioFestival letteratura MNne il giallo che connota Coldiretti sboccia nel blu che da sempre è il colore della kermesse che animerà Mantova dal 7 all’11 settembre.

Coldiretti parteciperà attraverso più momenti, rinsaldando il legame con la più importante manifestazione culturale della città virgiliana proprio nell’anno in cui la città è Capitale italiana della cultura.

Sarà, innanzitutto, sponsor unico dell’evento n. 204, che si terrà sabato 10 settembre, alle 17.15, nel Portico del Cortile d’Onore di Palazzo Ducale“Prendi la vanga, è la tua matita” il titolo dell’incontro, che avrà come protagonista Évelyne Bloch-Dano. La scrittrice francese, incalzata da Stefania Bertola,  regalerà al pubblico del festival una ricostruzione della storia del giardinaggio attraverso gli autori che hanno fatto la storia della letteratura.

Mantova zucca e tortelli

La stessa Bloch-Dano incontrerà i lettori anche durante uno degli eventi gratuiti del progetto Le parole del cibo, in piazza Sordello. La scrittrice sarà protagonista, sempre sabato 10 settembre, a partire dalle 12, di un incontro nel quale si cimenterà con la parola “Verdura”, al termine del quale Coldiretti Mantova proporrà la degustazione dei tortelli di zucca artigianali preparati con zucche “Made in Mantova” dall’Azienda agricola Gabusi Mauro e Stefano, distribuiti nelle “agribag” antispreco firmate da Campagna Amica e Terranostra. 

In piazza Sordello, l’associazione sarà presente anche con un gazeboVanessa Gandolfi verdure sott'Oglio (da martedì 6 a lunedì 12 settembre), nel quale i bambini impareranno a scegliere la frutta e la verdura attraverso il Gioco delle stagioni.

più grandi, venerdì, sabato e domenica, potranno partecipare alla Scuola dell’orto con i tutor Cristian Minesso di Cambiago (Milano) e Vanessa Gandolfi, titolare dell’azienda “Verdure sott’Oglio” di San Martino dall’Argine.

I due esperti insegneranno a coltivare l’orto grazie al kit per l’orto “fuori suolo” del “Contadino Giò”, un sistema per produrre ortaggi senza disporre di un terreno e senza l’uso di attrezzi agricoli.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.