“Amatriciana Day” con CRI di Brescia lunedì 5 all’Antica Birreria Wuhrer

Raccolta fondi per i terremotati gestita dai Volontari dell’Area Emergenza

Appuntamento a partire da 19.30, in servizio 50 volontari e cucina da campo

piatto_di_vera_amatricianaAmatriciana Day” è il nome dell’iniziativa della Croce Rossa Italiana di Brescia che organizza per la serata di lunedì 5 un evento all’Antica Birreria Wuhrer (viale della Bornata, 46 – Brescia).

La manifestazione, che nasce per raccogliere fondi per i terremotati del sisma che ha colpito le regioni Lazio, Marche e Umbria, è voluta e gestita dai volontari dell’Area Emergenza della Croce Rossa che si trova in preallerta dalla notte della calamità, pronta ad intervenire con uomini e mezzi a dare il cambio ai colleghi del resto d’Italia.

Amatrice sisma rovine

“Raccogliamo i fondi necessari a beni ed opere di prima necessità che ci segnalano i colleghi della Croce Rossa Italiana Area Emergenza che sono già in loco – spiega Maurizio Bettini che, su delega del Comitato CRI di Brescia, coordina le attività di Emergenza in 55 Comuni della provincia -: fondi utili ai sopravvissuti, alle molte esigenze di chi ha subito un tale trauma, al lavoro dei molti volontari in azione per allestire e condurre i campi emergenza”.

Amatrice cartello stradale

La manifestazione si svolgerà dalle 19.30 nel giardino all’aperto della storica birreria bresciana (nell’area ristorante in caso di maltempo) offerto ai volontari CRI Bresciani per il nobile intento.

L’”Amatriciana Day” proporrà il piatto gustoso e tipico delle aree terremotate preparato dai cuochi della CRI e, per questa occasione, sarà in funzione la cucina da campo con 50  volontari in servizio. L’offerta è libera a partire da 5 euro. La birreria, che a fine serata farà una donazione, sarà attiva anche con tutte le sue specialità.

Amatriciana CRI BS dall'alto
Campo scuola della Croce Rossa Italiana sezione Brescia

Per l’occasione si sono mobilitati enti e aziende: la Gardalatte, i pastifici Zara e Valdigrano, la Stazione Carabinieri di Rovato, la Coop, il Gruppo culturale Videoamici Cinema Sereno, la Modelleria Mondini di Gussago e molti altri benefattori che contribuiscono con aiuti o prodotti.

La scelta del lunedì sera è stata fatta per non sovrapporre questo evento ad altre manifestazioni organizzate per lo stesso intento e, allo stesso tempo, per dare il via con il motto CRI “Tutti fratelli” alla nuova settimana: inizia una nuova settimana, inizia la ricostruzione.

COME E’ ANDATA – L’esito di questa iniziativa è stato molto positivo. La nostra socia e collega Adonella Palladino ne illustra i motivi.

“Un grazie particolare, ed il mio personale quale iscritta, va ad Arga Lombardia Liguria per l’immediata partecipazione al progetto realizzatasi con il suo concreto sostegno di una professionale comunicazione giornalistica. Una comunicazione mirata e decisamente di grande impatto (link docet: http://www.argalombardia.eu/2016/09/04/amatriciana-day-con-cri-di-brescia-lunedi-5-allantica-birreria-wuhrer/), che ha contribuito a dar rilievo alla manifestazione CRI dal nobile intento.

Grazie infinite da parte della CRI di Brescia ad Arga Lombardia – Liguria ed al suo attivissimo e professionale presidente Fabio Benati.

L’Amatriciana Day visto la partecipazione entusiasta di migliaia di cittadini che sono accorsi per degustare il famoso piatto laziale e, allo stesso tempo, contribuire con una piccola ma importante offerta alla ricostruzione nelle località colpite dal sisma.

Notevole l’incasso della serata: € 5.600,00 sono state le offerte per gli oltre mille piatti di Amatriciana preparati dai volontari della Croce Rossa e € 2.400,00 sono stati devoluti dal gestore del locale.

Desideriamo ringraziare tutti gli sponsor che ci hanno permesso di organizzare la serata senza sostenere spese per le materie prime: la Gardalatte, i pastifici Zara e Valdigrano, la Stazione Carabinieri di Rovato, la Coop, il Gruppo culturale Videoamici Cinema Sereno, la Modelleria Mondini di Gussago e molti altri benefattori che non desiderano essere nominati.

Vogliamo inoltre ringraziare il Comune di Brescia che ci ha consentito di utilizzare la sua cucina campale testimoniando ancora una volta il forte legame che lega la Croce Rossa e il Municipio da oltre 150 anni, sempre uniti nell’aiutare la cittadinanza e tutte le persone in difficoltà.

Un grazie particolare va ai media che ci hanno molto sostenuto nel promuovere la manifestazione, a far sì che gli sforzi profusi da un grande gioco di squadra a favore dei più deboli, dessero esiti positivi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.