“Una forma ritrovata”: oggi a Mantova un’asta di beneficienza per ricostruire le chiese danneggiate dal terremoto

Una forma di Parmigiano-Reggiano di dieci anni, sopravvissuta alle scosse del 29 maggio, sarà messa all’asta come simbolo del desiderio di rinascita della città di Mantova a quasi un anno dal terremoto. L’iniziativa si svolge oggi alle 16.30 in piazza Martiri della Libertà a cura della Latteria “Vo grande” di Pegognaga, in collaborazione con la Confederazione italiana agricoltori provinciale e la Banca popolare di Mantova. Dopo il successo dell’iniziativa dello scorso marzo, “Una forma d’amore” i cui proventi sono stati destinati alla cooperativa Chv, Latteria “Vo Grande” ha voluto dedicare un significativo gesto di solidarietà ai territori mantovani devastati dal sisma di fine maggio: un evento che ha segnato duramente la provincia virgiliana e la stessa latteria ma subito dopo il quale è emersa, prepotentemente la voglia di ripartire.
“Vogliamo che tutti siano partecipi di un’iniziativa a sfondo benefico e sociale -ha dichiarato il presidente della Latteria “Vo Grande” Luigi Panarelli-. Mettiamo all’asta il frutto del nostro lavoro che facciamo con amore e dedizione tutti i giorni: il Parmigiano Reggiano Dop. E non una forma qualsiasi ma un prodotto unico e inimitabile, che rappresenta bene la speranza di un futuro migliore per tutti”.
Il ricavato dell’asta benefica sarà devoluto alla Diocesi di Mantova per la ricostruzione di due chiese site nei territori dei comuni di Pegognaga e Gonzaga: la Chiesa di Galvagnina e la Chiesa di Marzetelle a Bondeno, che rappresentano un patrimonio storico e architettonico per la Provincia di Mantova e un grande valore affettivo per gli abitanti della zona. Oltre al presidente della Latteria “Vo Grande” e ai rappresentanti della Cia di Mantova e della Banca popolare di Mantova, interverrà anche il vescovo Mons. Roberto Busti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.